Totò

Active - 1948 - 1987  |   Born - Feb 15, 1898 in Napoli, Campania, Italia  |   Died - Apr 16, 1967   |   Genres - Comedy

Share on

The delightful Italian stage and screen comedian Toto was born to a prominent but penniless Neapolitan family at the turn of the century. Following World War I service, Toto first took to the stage as music-hall revue comic. Firmly established in the legitimate Italian theater by 1936, he made his first film appearance in Fermo con le Mani. So popular was he by the late 1940s that his movie vehicles often incorporated his name in the titles: some of these, notably Toto e Cleopatra, Toto d'Arabia and Toto Sexy, were parodies of established "serious" film genres. Toto has often been described as "The Italian Fernandel," even though the only common denominater between the two comedians was the unbridled adulation of the public. In 1958, European audiences were treated to the long-awaited teaming of Toto and Fernandel in the satirical comedy The Law is the Law. Toto died suddenly of a heart attack at the age of 69, shortly after completing his final feature, Capriccio all'Italiana (1968)

Movie Highlights

See Full Filmography

Factsheet

  • Nato come Antonio Clemente da una relazione clandestina, è stato in seguito riconosciuto dal padre.
  • Nel 1912 ha iniziato a frequentare i teatri napoletani e negli anni '20 si è fatto conoscere sui palcoscenici della capitale, dove intanto si era trasferito con la famiglia.
  • Da giovane ha ricevuto un pugno sul naso: il risultato è la caratteristicoa asimmetria che contraddistingueva il suo volto.
  • La sua prima prova cinematografica – un provino per un film mai realizzato, ancora prima dell'esordio del 1937 in Fermo con le mani – è stata inserita nella serie dei Cinegiornali Cines (cortometraggi un tempo proiettati al cinema prima dei film).
  • Abbandonato dalla moglie per un altro uomo, ha scritto il suo capolavoro, il brano "Malafemmena", sulla scia di questi eventi.
  • Una delle sue poesie più conosciute, "A' livella", parla di come la morte annulli le differenze sociali.
  • Morto di infarto la notte dopo avere girato la prima scena de Il padre di famiglia (1967), in questo film compare comunque per pochi secondi.
  • Fumava centinaia di sigarette al giorno e beveva decine di caffè.
  • Al suo funerale, a Napoli, hanno partecipato più di duecentomila persone.
  • Nell'aprile del 2017, in occasione del cinquantenario della morte, la RAI gli ha dedicato una programmazione speciale. Oltre ai film e alle interviste riproposte sulle varie reti, su Rai 2 è andato in onda lo speciale Il Nostro Totò, in cui l'artista è stato omaggiato da registi, attori, scrittori e musicisti.